Visura CRIF persona giuridica

La visura CRIF persona giuridica verifica i dati di una azienda detenuti nel S.I.C. Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF e necessari per la attribuzione del merito creditizio. Il documento individua eventuali segnalazioni generate da ritardi o mancati pagamenti, gli affidamenti in corso (carte di credito, finanziamenti, affidamenti, aperture di credito) e gli insoluti.

Compila il modulo con i campi necessari

Vuoi richiedere questo servizio?

Puoi ottenerlo in soli 3 passaggi:

  1. Accedi con le tue credenziali o registrati
  2. Ricarica il tuo Plafond a partire da € 10,00
  3. Richiedi il servizio
Id 130
timer
Tempo medio di consegna 10 gg. lavorativi

Visura CRIF persona giuridica € 22,80

**Tasse € 0,00

IVA (22%) € 5,02

TOTALE € 27,82

**Importo riferito a tasse, tributi e diritti

Descrizione

Il servizio visura CRIF persona giuridica viene svolto attraverso un accesso diretto alla banca dati del S.I.C., Sistema di Informazioni Creditizie, di CRIF. L'accesso diretto ai dati consente di verificare la posizione creditizia di una azienda, gli affidamenti in corso (carte di credito, finanziamenti, prestiti, aperture di credito), gli eventuali insoluti e le segnalazioni in Centrale Rischi come cattivo pagatore.

NOTE
* Il servizio Assistenza Clienti ti invierà via email il modulo precompilato che dovrà essere firmato dal legale rappresentante della azienda o persona giuridica per la quale viene richiesta la visura CRIF al quale dovranno essere allegati:

  • copia di un documento di identità (carta identità, patente o passaporto) del legale rappresentante in corso di validità
  • copia della tessera sanitaria con il codice fiscale del legale rappresentante dell'azienda
  • visura camerale aggiornata non oltre 6 mesi

* La casella email deve essere ntestata alla azienda o persona giuridica per la quale viene richiesta la visura CRIF e deve riportare la denominazione o ragione sociale della persona giuridica.

Domande e Risposte

Quali sono i dati contenute nelle visure alla Centrale Rischi ?

Contenuti delle visure Centrale Rischi
Le principali informazioni che vengono reperite sono:

  • rapporti bancari di conto corrente
  • depositi e titoli
  • finanziamenti ipotecarie e chirografari
  • prestiti e pratiche finanziarie
  • stato dei pagamenti
  • insoluti ed eventi negativi

Chi può richiedere una visura alla Centrale Rischi ?

L'accesso ai dati delle Centrale Rischi Banca d'Italia e al SIC, Sistema di Informazioni Creditizie è consentito solo ai titolari del rapporto, persona fisica o legale rappresentante in caso di società o di persona giuridica. È indispensabile inviare la copia della carta di identità della persona per la quale viene richiesto il relativo certificato. Nel caso delle persone giuridiche (enti non commerciali, associazioni, fondazioni, imprese, società di persone o di capitali, consorzi, ..) deve essere inviata la copia del documento di identità del legale rappresentante della persona giuridica per la quale viene richiesto il report.

Come vengono consegnati i documenti delle visure alla Centrale Rischi ?

Le visure Centrale Rischi vengono evasi tramite posta elettronica come documenti informatici in formato .pdf. Nel caso delle visure CRIF, il documento viene inviato direttamente da CRIF sulla casella di posta elettronica del richiedente. Per le visure alla Centrale Rischi della Banca d'Italia è possibile richiedere l’invio del documento in originale tramite corriere espresso.

È possibile richiedere la modifica o la cancellazione dei propri dati ?

Sia nel caso delle visure alla Centrale Rischi banca d'Italia che per le visure CRIF se, in seguito alla ricezione del documento, si ritiene che vi siano degli errori o si voglia richiedere la cancellazione dei dati, è possibile presentare una domanda per la rettifica o la cancellazione.

Nelle visure alla Centrale Rischi Banca d'Italia si ha il dettaglio dei finanziamenti e prestiti concessi da banche e finanziarie ?

No, nelle visure non è presente il dettaglio dei singoli rapporti di finanziamento. Le informazioni presenti nella banca dati CR riferite a ciascun cliente sono inviate dagli intermediari partecipanti secondo uno schema che raggruppa i finanziamenti in base alle loro caratteristiche.

Cosa comporta la segnalazione in Centrale Rischi ?

La segnalazione in Centrale Rischi della Banca d'Italia significa solo che il soggetto segnalato ha, nei confronti di una banca o di una società finanziaria, una sofferenza di importo superiore a 250 euro o un credito concesso con garanzia di importo superiore a 30.000. I ritardi nei pagamenti non sono una condizione sufficiente per una segnalazione in CR da parte dell'intermediario finanziario.

Quando decade la segnalazione in Centrale Rischi ?

La banca o la società finanziaria non segnala il cliente alla CR quando il debito viene estinto completamente o quando l'indebitamento totale è sceso al di sotto della soglia di rilevazione (250 euro per le sofferenze, 30.000 per i crediti concessi in garanzia). In ogni caso le segnalazioni precedenti non vengono cancellate automaticamente con l'estinzione del debito ma rimangono visibili per gli intermediari finanziaria relativamente agli ultimi 36 mesi. Tutti i dati e tutte le segnalazioni storiche sono conservate nell'archivio della Centrale Rischi Banca d'Italia.

Perché richiedere una visura alla Centrale Rischi ?

Prima di richiedere un mutuo, un affidamento bancario o un prestito è importante verificare la propria posizione o quella della propria azienda in Centrale Rischi e al Sistema di Informazioni Creditizie. In questo modo si potranno visualizzare le segnalazioni, gli insoluti, i mutui e i finanziamenti concessi e provvedere alle opportune rettifiche in modo da presentare un profilo finanziario corretto e affidabile per gli intermediari finanziari.