Dichiarazione di successione online

Il servizio fornisce tutti i dati per la presentazione della dichiarazione di successione con accertamento delle proprietà immobiliari in capo al de cuius e con la consegna di una relazione ipotecaria con l'elenco di tutti i beni immobili, terreni e fabbricati. Il servizio comprende anche il rintraccio degli eredi, l'estratto dell'atto di morte e il certificato dello stato di famiglia del de cuius

Compila il modulo con i campi necessari

Vuoi richiedere questo servizio?

Puoi ottenerlo in soli 3 passaggi:

  1. Accedi con le tue credenziali o registrati
  2. Ricarica il tuo Plafond a partire da € 10,00
  3. Richiedi il servizio
Id 166
timer
Tempo medio di consegna 20 gg. lavorativi

Dichiarazione di successione online € 60,80

**Tasse € 36,32

IVA (22%) € 13,38

TOTALE € 110,50

**Importo riferito a tasse, tributi e diritti

Descrizione

Il servizio di dichiarazione di successione online è indicato nei casi in cui il de cuius sia proprietario solo di beni immobili e gli eredi siano certi dell’assenza di altri beni quali depositi bancari e/o postali, quote societarie, veicoli etc. La ricerca dei beni immobili viene svolta presso la Conservatoria RR.II. di competenza rispetto all’ultima residenza della persona deceduta.

Il servizio di dichiarazione di successione online comprende:

  • estratto dell’atto di morte
  • certificato stato di famiglia del de cuius
  • rintraccio degli eredi
  • visura ipotecaria per nominativo (de cuius) su singola Conservatoria RR.II.
  • visura catastale storica per soggetto
  • relazione ipotecaria

NOTE
* L'importo delle Tasse è relativo alle tasse ipotecarie e ai tributi catastali per le ispezioni ipotecarie e catastali (euro 19,80), alla marca da bollo e ai diritti di segreteria per il certificato dello stato di famiglia (euro 16,52)

Domande e Risposte

Chi è tenuto a presentare la dichiarazione di successione ?

Sono tenuti per legge a presentare la dichiarazione di successione di una persona defunta:

  • gli eredi (per legge o per testamento)
  • i legatari (i soggetti che subentrano nei diritti solo su un singolo bene immobile e non partecipano all’eredità complessiva), ovvero i loro rappresentanti legali
  • gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta
  • gli amministratori dell’eredità
  • i curatori delle eredità giacenti
  • gli esecutori testamentari
  • i trust

Come si calcolano le imposte per le dichiarazioni di successione ?

Dal 1° gennaio 2007 (Decreto Legge n. 262 del 3 ottobre 2006, convertito con modifiche in Legge n. 286 del 24 novembre 2007 e successivamente modificato in sede di Finanziaria 2007 Legge n. 296 del 27 dicembre 2006) è stata istituita l'imposta sulle successioni e donazioni, sui trasferimenti di beni e diritti per causa di morte, per donazione o a titolo gratuito e sulla costituzione di vincoli di destinazione, secondo le disposizioni del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta sulle successioni e donazioni, approvato con decreto legislativo 31 ottobre 1990 n. 346, nel testo vigente al 24 ottobre 2001, fatte salve alcune modifiche.

Quali sono i documenti necessari per le dichiarazioni di successione ?

I documenti indispensabili che devono essere allegati alla dichiarazione di successione sono:

  • cetificato di morte in carta semplice
  • copia fotostatica dei codici fiscali sia del de cuius sia di tutti gli eredi
  • copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità sia del de cuius sia di tutti gli eredi
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio in carta semplice da cui risultino le generalità del de cuius nonché la parentela e le generalità di tutti i suoi eredi e legatari nonché un'autocertificazione per le agevolazioni prima casa.

Quali dati sono richiesti relativamente ai beni immobili della persona defunta ?

Per ogni bene immobile di proprietà del de cuius da inserire nelle dichiarazioni di successione occorre disporre:

  • atto notarile di provenienza relativo ad ogni unità immobiliare
  • visure catastali
  • qualora i beni immobili fossero privi di rendita catastale, si consiglia di richiedere la preventiva attribuzione della rendita catastale, allo scopo di evitare futuri accertamenti da parte della Agenzia delle Entrate con relativa richiesta di conguaglio e sanzione
  • nel caso di terreni agricoli o edificabili, è indispensabile allegare il certificato di destinazione urbanistica

Quali documenti servono se il defunto era titolare di quote societarie ?

Se il defunto ha lasciato quote di società, occorre disporre dei seguenti documenti:

  • visura camerale del registro imprese
  • quote e patecipazioni societarie in capo al de cuius
  • copia autentica dell'ultimo bilancio con relativa nota integrativa
  • situazione patrimoniale redatta con riferimento alla data di apertura della successione
  • se necessario, il dettaglio delle singole voci del bilancio o della situazione patrimoniale emergente dal libro inventari
  • la valutazione complessiva del patrimonio sociale, e quindi il valore della quota da indicare in atto
  • se la società è proprietaria di immobili, occorre anche un certificato catastale per uso successione degli immobili sociali

Una volta presentata la dichiarazione di successione, occorre presentare all'ufficio delle imprese un apposito modello per comunicare il trasferimento delle quote dal defunto agli eredi.
Chi vuole che sia compiuta anche questa formalità, deve produrre:

  • un certificato di morte
  • una dichiarazione sostitutiva atto notorio attestante quali sono gli eredi lasciati dal defunto